Alì Terme. Da metà luglio tornerà il mercato quindicinale

ALI’ TERME – Entro metà luglio sarà ripristinato il mercatino quindicinale sul lungomare, chiuso il 15 settembre della scorsa estate per tutta una serie di problemi che penalizzavano il buon svolgimento dell’attività. La decisione del sindaco Giuseppe Marino aveva sollevato le critiche dei clienti aliesi ma anche anche di quelli dei paesi vicini. Stavolta si fa sul serio, nel senso che ogni abuso verrà perseguito, a cominciare da quei commercianti che non avranno le carte in regola. La novità più importante, prevista dal nuovo regolamento che  sarà vagliato domani dal Consiglio, è che il mercatino si svolgerà di giorno, dalle 8 alle 13, ma sempre di lunedì. E’ stato così abolito l’orario serale che spesse volte si protraeva oltre mezzanotte. Altra variante, l’ubicazione degli spazi a disposizione dei posteggiatori. Sarà, infatti, utilizzato solo il marciapiede lato mare nel tratto ricadente tra piazza Morano e il vicolo all’altezza di via Maria Teresa Federico. Rigide le disposizioni per gli espositori, che dovranno rispettare gli orari di accesso all’area, di occupazione, di sgombero. La concessione degli spazi avrà durata decennale e i titolari non potranno cederli ad altri, come era successo in passato. L’organizzazione del mercato e la sorveglianza rientreranno nei compiti della Polizia municipale che, tra l’altro, avrà l’obbligo di registrare le aree di posteggio ripartite per settore merceologico. I venditori ambulanti alla chiusura dell’attività, dovranno lasciare il suolo pubblico pulito, depositando i rifiuti negli appositi contenitori forniti dal Comune. Dei limiti, per evitare inquinamento acustico, saranno imposti nell’uso di apparecchiature di diffusione sonora, mentre la vendita di alimenti e bevande dovrà essere effettuata nel rispetto delle norme igienico-sanitarie. E su ogni tipo di mercanzia i commercianti avranno l’obbligo di applicare i cartellini indicativi dei prezzi. Del corposo regolamento abbiamo fatto un breve cenno ma di servizi igienici da installare non si parla, non c’è traccia. Una carenza che riproporrà inevitabilmente la necessità di arrangiarsi alla meno peggio, utilizzando angoli più o meno nascosti oppure la spiaggia. Il sindaco Marino, comunque, ha promesso che il problema sarà risolto per tempo con l’acquisto di due bagni ecologici. Si vedrà.

Leave a Response