Castelmola. Niente antenne in contrada Monte Venere. Il Tar dà ragione al Comune

CASTELMOLA- Almeno per il momento contrada Monte Venere non verrà violata da un impianto di comunicazioni elettroniche. La prima sezione del Tribunale amministrativo etneo rigetta, perché infondato, il ricorso presentato dalla HighTel s.p.a contro il Comune di Castelmola che si era opposto alla realizzazione di un traliccio dell’altezza di quaranta metri e delle relative apparecchiature tecnologiche di supporto. Sin dal momento della presentazione dell’istanza di autorizzazione , nel 2012, il Comune aveva bloccato l’iter chiedendo di integrare la pratica con il parere della Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Messina e trattandosi di opera di urbanizzazione primaria da eseguirsi in zona a  rischio idrogeologico anche con il parere del Genio Civile di Messina… NEL TG90 DI OGGI INTERVISTA AL SINDACO DI CASTELMOLA ORLANDO RUSSO

Leave a Response