Roccalumera. Risanamenento contabile dell’Ente locale, Saitta risponde alla minoranza: “Coperti tanti debiti fuori bilancio”

Roccalumera. «Il risanamento contabile ad opera dell’Amministrazione attiva è sotto gli occhi di tutti. In primo luogo, perché su un milione 200mila euro di debiti, è rimasto un saldo di appena 240mila euro e poi perché con la stipula dei contratti per l’acquisto dei lotti artigianali da parte di tre ditte, a fine mese, è previsto l’incasso di 390mila euro. Sicché, è certa e definitiva la copertura ai debiti fuori bilancio riconosciuti il 30 dicembre scorso e l’8 gennaio successivo. A seguire, sempre entro fine mese, saranno approvati il Consuntivo 2014 e il Previsionale 2015». La replica agli attacchi sferrati dalla minoranza è stata affidata all’avvocato Carmelo Saitta, nella qualità di consulente del sindaco, Gaetano Argiroffi. «Non è dato comprendere – incalza Saitta – a quale fallimento dell’Amministrazione si riferiscono i consiglieri di opposizione, se è vero che in meno di ventiquattro mesi dal suo insediamento, la gestione contabile e finanziaria è stata rimessa in piedi e riportata in equilibrio dal primo cittadino Gaetano Argiroffi e dal suo gruppo». Il consulente del sindaco va poi indietro nel tempo: «Come mai – si chiede – la minoranza è tanto critica con l’attuale primo cittadino e nulla ha da dire in merito al trascorso del 2012, senza un Bilancio previsionale, né un consuntivo? ». Puntuale la replica anche in merito alla richiesta avanzata dall’opposizione in merito alla rinuncia dell’indennità di carica da parte di sindaco e assessori. «E indecente chiedere agli attuali amministratori di rinunciare alla loro indennità – chiosa l’avvocato Saitta – e non chiedere conto a chi li ha preceduti di restituire le indennità riscosse, stante i cinque milioni di debiti lasciati in eredità. Quanto al fatto che io oscurerei chi mi sta accanto e non sarei in grado di oscurare chi è dalla parte opposta, tengo a rassicurare i consiglieri di minoranza che non è mia intenzione oscurare proprio nessuno. Mi limito a supportare un gruppo politico cui sono legato da vent’anni di battaglie condivise, con vittorie e sconfitte. E anche se i consiglieri di minoranza ne faranno a meno, auguro loro pari costanza e impegno, nonché fedeltà e perseveranza».

Leave a Response