Taormina. Accoltellò la moglie, condannato a sei anni e sei mesi

TAORMINA- Sei anni e sei mesi di reclusione per l’uomo che la mattina del 31 dicembre scorso ha accoltellato a Taormina la moglie che aveva deciso di interrompere la relazione. La condanna è arrivata ieri mattina dal giudice Maria Teresa Arena nel corso dell’udienza preliminare che si è svolta al Tribunale di Messina. Lei 48 anni e lui 50 erano i protagonisti di una storia d’amore in crisi ormai da parecchio tempo, fatta di maltrattamenti e lesioni a danno della moglie. La donna ormai esasperata aveva preso la decisione di lasciare il marito trasferendosi a Taormina dove, per conto di un’impresa privata, svolgeva servizi di pulizia. L’ultimo atto di questa violenta e tormentata storia si è consumato poche ore prima di Capodanno. La vittima era regolarmente sul posto di lavoro in via Cappuccini a Taormina quando ha visto il marito aggirarsi con fare sospetto nella zona. Preoccupata ha telefonato ai carabinieri che hanno subito allertato il comando dei vigili urbani. Provvidenziale si è rivelato l’intervento degli agenti di polizia municipale, che nel frattempo si erano appostati nelle vicinanze. Il marito dopo l’ennesimo rifiuto della donna ha estratto il taglierino colpendola violentemente. Immediato l’arresto e il trasferimento della donna in ospedale.

Leave a Response