Furci. Si chiamava Giuseppe Campione il motociclista 48enne travolto e ucciso da un’auto a Linguaglossa

FURCI SICULO- Si svolgeranno domani alle 16.30 nella chiesa Madonna del Rosario di Furci Siculo i funerali di Giuseppe Campione, 48 anni, travolto e ucciso da un auto in corsa sulla strada provinciale che porta a Linguaglossa. Campione era uscito  in moto con altri due amici per fare una escursione alle pendici dell’Etna. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto i tre motociclisti poco dopo mezzogiorno si erano accostati ai bordi della carreggiata per controllare le loro moto e riposarsi un po’ prima di intraprendere il viaggio di ritorno. Un ritorno che per Campione non c’è mai stato. Un’auto lanciata a forte velocità lo ha investito. Il quarantottenne di Furci Siculo è morto sul colpo. Sul posto sono giunti i carabinieri di Linguaglossa e i medici del 118 che hanno solo potuto costatare il decesso del centauro. L’uomo al volante dell’auto che ha travolto e ucciso Campione è stato subito fermato. Nel pomeriggio il magistrato di turno, completati i rilievi di rito, ha disposto la consegna ai familiari della salma che è stata trasportata nella sua abitazione di Furci Siculo, dove ad accoglierla oltre la moglie e i due figli c’era una nutrita aggregazione di amici, parenti e conoscenti. Una notizia, quindi, che ha sconvolto l’intera comunità. Campione, operatore ecologico al Comune di Furci, viene ricordato come un padre esemplare e un gran lavoratore, stimato e apprezzato in tutto il comprensorio.

Leave a Response