Taormina. Vetrine “selvagge”, giro di vite dell’amministrazione comunale: “Le esposizioni abusive verranno rimossse”

TAORMINA- E’ scattata a Taormina l’operazione “stop alle vetrine selvagge”. Sono state emanate due ordinanze sindacali di rimozione a seguito dei controlli degli agenti municipali di supporti abusivi dalle facciate dei negozi del centro storico. La Polizia municipale ha quindi aperto la caccia ai trasgressori. Nel mirino sono già finite una decina di vetrine che si affacciano sul Corso Umberto realizzate senza idonea autorizzazione. Ma non solo. Il controllo ha interessato anche climatizzatori e supporti in ferro privi dei necessari permessi di installazione. Per almeno otto esposizioni è stata accertata l’assenza di concessione e ai proprietari dell’esercizio commerciale è stato richiesto di mettersi in regola con le vigenti normative. Un monitoraggio che proseguirà anche nei prossimi giorni. Dal servizio di controllo intrapreso dai vigili urbani scaturiscono generalmente provvedimenti di rimozione delle varie esposizioni. Se entro, e non oltre, i 90 giorni dalla notifica delle richieste non si è provveduto a togliere le installazioni si procederà d’ufficio con l’addebito delle spese. I commercianti taorminesi sono dunque avvisati: se non provvedono alla rimozione delle vetrine e dei supporti abusivi saranno costretti a mettere mano al portafoglio.

Leave a Response