Volley. B2 femminile. L’Effe S. Teresa perde l’imbattibilità a Catania

S. TERESA – Cade nel 17esimo turno del campionato di Serie B2 l’imbattibilità dell’Effe Volley S. Teresa. La formazione jonica è uscita sconfitta 3-2 dalla sfida in casa della diretta inseguitrice del girone I, la Pallavolo Sicilia Catania, perdendo al tie-break e consentendo alle etnee di avvicinarsi alla prima posizione occupata dalla formazione di Claudio Mantarro. Il distacco è adesso ridotto a 6 punti, quando mancano cinque giornate al termine del campionato. Tre di queste l’Effe Volley, salda a quota 49, le giocherà tra le mura amiche, e ciò fa ben sperare società e atlete, che sognano da inizio anno la B1. La gara disputatasi a Catania nel centro sportivo polivalente di via Zurria è stata bella ed avvincente: di fonte tra le due squadre più forti del campionato. Onore e merito alle padroni di casa ma nulla da rimproverare alla capolista, che nonostante avesse qualche titolare non al meglio, ha reagito rabbiosamente nel quarto set portandosi sul 2-2 che ha consentito alla fine di vedersi rosicchiare solo un punto dalle etnee. La gara cominciava con le ospiti subito avanti prima sul 2-6 e poi sul 3-8. Le ragazze di Agata Licciardello si avvicinavano sul 10-12 sfruttando il turno in battuta di Margherita Chiavaro. Nuovo allungo S. Teresa prima sul 12-18 e poi sul 16-20 per chiudere sul 20-25. Il secondo set iniziava sulla scia del primo e quando si era sullo 0-6 si pensava ad una facile tre a zero, di parere diverso erano le catanesi che pian piano rientravano in partita sfruttando gli errori delle avversarie e dopo essersi avvicinate vincevano il sete 25-22 e l’uno a uno. La vittoria del parziale galvanizzava la Pallavolo Sicilia che sfruttava il momentaneo appannamento della capolista si portava sul 2-1 chiudendo il set sul 25-22. Sospinte da oltre cento tifosi, le joniche giocavano un grande quarto set imponendosi 21-21. Nel quinto e ultimo set locali sempre avanti prima sull’8-4 ed in chiusura sul 15-10 per il 3-2 finale. Al termine festa per entrambe le tifoserie. Quella del Catania per la vittoria, quella dell’Effe per il vedersi avvicinare una meta che alla vigilia del campionato sembrava proibita e che adesso è lì a portata di mano.

Leave a Response