Taormina. Piscina comunale, a rischio mutuo da 490 mila euro per il recupero degli spazi esterni

TAORMINA- Un intoppo della macchina amministrativa comunale rischia di far perdere alla piscina comunale di contrada Bongiovanni un prestito da 490 mila euro. Finché gli uffici di Palazzo dei Giurati non sigleranno la dichiarazione di accettazione del contributo regionale il Corpo volontario di soccorso in mare, associazione che gestisce l’impianto natatorio, non potrà accedere ai fondi. Bisogna fare in fretta perché il termine ultimo per l’accettazione è di 25 giorni. Il presidente del Cvsm, Giuseppe Sperlinga, nei giorni scorsi ha inviato al Comune una lettera per sollecitare gli uffici ad effettuare l’atto burocratico. Il mutuo, interamente a carico del sodalizio che gestisce la piscina comunale, servirebbe alla riqualificazione dello spazio esterno che circonda la piscina. I campetti e le piste sono diventate delle spianate inutilizzabili coperte da erba e anni di incuria. L’ambizioso progetto del Cvsm è quello di recuperare gli spazi esterni facendo del complesso natatorio un centro sportivo polivalente dotato anche di un teatro tenda da 2 mila e 500 posti a sedere per ospitare spettacoli ed eventi. Gli interni recentemente restaurati sono pienamente funzionali. L’impianto è dotato una vasca per disabili, una per i tuffi, attualmente utilizzata per i corsi di soccorso e quella per le gare. L’attività natatoria all’interno della struttura è quindi garantita, adesso si mira ad allargare il ventaglio di offerta sportiva utilizzando anche gli impianti esterni. La preoccupazione del Cvsm è che il percorso burocratico che è stato avviato nel maggio di 5 anni fa e si è concluso positivamente con l’ammissione dell’intervento al Fondo regionale per l’impiantistica sportivo potrebbe tradursi in un nulla di fatto per una semplice inadempienza burocratica.

Leave a Response