S. Teresa. Flop consulte, il Pd replica al sindaco: “Troppa confusione e poca pubblicità”

S. TERESA – Il Pd è tornato con una nota sull’argomento relativo all’ istituzione delle Consulte Comunali, per puntualizzare alcuni passaggi del tortuoso iter istitutivo. “Nella seduta del consiglio comunale del 19 agosto 2013 – scrive il segretario Angelo Casablanca – il loro numero fu ridotto da tre a sei, con il voto contrario del gruppo di minoranza e del consigliere del nostro partito Sebastiano Pinto, convinti allora come lo siamo ora, che questa riduzione avrebbe portato confusione di settori e di esperienze, facendo perdere la caratteristica di specificita’ per le quali questi organismi furono pensati nella scorsa legislatura, snaturando la loro funzione, e per il quale parecchie associazioni parteciparono alle riunioni preliminari istitutive con convinta partecipazione”. Il Pd, in una nota del 6 agosto 2013, chiese un numero di sette, proprio per garantirne la massima specificita’ possibile e quindi una maggiore partecipazione attiva di tutte le associazioni presenti nel territorio comunale. “Inoltre – continua Casablanca – il 1 aprile 2014 il Partito Democratico insieme alla minoranza consiliare, presento’ una interrogazione consiliare, che fu discussa nel consiglio comunale del 29 aprile 2014. Si arriva alla pubblicazione del bando di partecipazione da parte dell’Amministrazione Comunale di giugno 2014 , che dal mese di agosto scorso resta completamente dimenticato, nonostante alla scadenza si sapeva dell’esiguo numero di partecipazioni, i termini dovevano essere riaperti subito , questo ritardo e’ un ulteriore elemento di avversione, dopo gli altri che sono stati disseminati in questi anni”. “Al di la’ della facile ironia manifestata dal sindaco – aggiunge il segretario del Pd – ricordiamo che il bando relativo alle consulte non ha avuto la stessa pubblicita’ e rilievo , che invece hanno avuto i comitati di quartiere per la loro istituzione, dove si,che l’azione della potente macchina propagandistica dell’Amministrazione Comunale ha dato il meglio di se’ , comitati che dopo l’entusiasmo iniziale, non ci risulta producano granche’ di risultati e hanno manifestato anche un deficit di partecipazione attiva di molti componenti”.

Leave a Response