Taormina. Il ritorno del movimento di Sferra: “In due anni solo manovre di palazzo”

“Avanti Taormina” ritorna sulla scena politica della Perla dello Jonio. E lo fa con una dura nota sulle tematiche che riguardano il territorio di Taormina ed i suoi cittadini. “Non siamo volutamente intervenire prima – ha specificato il leader del movimento Jonathan Sferra – perché abbiamo voluto dare il tempo all’amministrazione per dare le risposte giuste alla cittadinanza. Non abbiamo voluto dare l’impressione di essere contrari a priori soltanto per partito preso”. Ma a distanza di quasi due anni dall’insediamento dell’Amministrazione Giardina, secondo il movimento, non sono stati riscontrati i risultati che molti cittadini speravano. “Gli annunci della campagna elettorale – evidenzia un altro componente di Avanti Taormina, Carmelo Scimone – sono rimaste lettera morta e le esigenze concrete della cittadinanza vengono messe ancora in secondo piano. La priorità è per le manovre di palazzo”. “In questi anni l’amministrazione – si legge nella nota – ha saputo soltanto discutere di ASM, di incarichi governativi e di rimpasti, con continui capovolgimenti di maggioranze. Non vi è traccia di un piano di risanamento delle casse comunali, così come non vi è un piano strategico di sviluppo turistico. L’unica strategia dell’amministrazione si è dimostrata quella di aumentare ancora una volta la tassa di soggiorno, prelevando denaro importante dai turisti per destinarlo alla sconfinata spesa corrente. Nessun investimento, nessuna progettualità di sviluppo. Il patrimonio comunale, ricchezza importante della città – continua il comunicato – resta ancora abbandonata al suo destino, cosi come il palazzo dei congressi ed altre importanti strutture che potrebbero produrre ricchezza, ma che non vengono valorizzate”. “La politica – conclude Sferra – deve avere la forza di decidere sul futuro del villaggio “Le Rocce”, salvando il sito da probabili speculazioni edilizie, recuperandolo rispettando l’ambiente, e realizzando un importante area naturalistica da offrire come bene dell’umanità”.
Il movimento, conclude la nota, è pronto a confrontarsi con tutte le forze cittadine, per proporre un alternativa politica che possa portare in auge le istanze dei cittadini, ancora una volta traditi dalla cattiva politica.

 

Leave a Response