Roccalumera. Mercato quindicinale, la minoranza attacca l’Amministrazione: “Commercianti non coinvolti”

ROCCALUMERA- Per la buona riuscita del mercato quindicinale occorre coinvolgere subito i commercianti locali. Lo sostiene in una nota il gruppo di minoranza che già in occasione dell’approvazione in Consiglio, lo scorso 30 settembre, dell’argomento relativo all’individuazione dell’area per il mercato aveva chiesto all’Amministrazione di coinvolgere i commercianti nell’impostazione del tipo di fiera-mercato per fare in modo che fosse veramente utile per i commercianti stessi, soprattutto in un periodo di crisi come quello che si stava e si sta ancora attraversando. “Nulla di fatto – spiegano i consiglieri di opposizione – il sindaco, purtroppo, si è ostinato a ricevere solo i rappresentanti di categoria che lo richiedevano senza indire un incontro aperto a tutti. Poteva essere anche un momento- continuano i consiglieri di minoranza- per rappresentare le varie problematiche riscontrate nell’esercizio della propria attività e cercare di trovare una soluzione o dare semplicemente il proprio contributo e suggerimento in base all’esperienza maturata”. In quell’occasione era stato detto che il regolamento sarebbe stato portato in Consiglio entro la fine di Ottobre, ma così non è stato. Nessun incontro con i commercianti è stato indetto, nonostante più volte richiesto. “Qualche giorno addietro – prosegue l’opposizione- spunta l’ennesimo annuncio a mezzo stampa che comunica la trasmissione del Regolamento alle varie associazioni provinciali di categoria, bypassando i commercianti locali, e chiedendo riscontro entro cinque giorni altrimenti il parere si sarebbe inteso favorevolmente. I commercianti hanno subito l’ennesimo torto –concludono Corrini, Melita, Saccà, Totaro e Sparacino – sperando che sia l’ultimo e vengano, invece, presi seriamente in considerazione per cercare di sopravvivere a questa grave situazione di crisi. Ci auguriamo che i commercianti di Roccalumera possano fattivamente contribuire all’impostazione di questa importante iniziativa per evitare che sia la solita “fiera” già vista nei comuni limitrofi ma un vero e proprio nuovo “evento” che abbia la capacità di attirare molti partecipanti e, di conseguenza, portare linfa nuova all’economia locale”.

Leave a Response