TaoArte, il circolo Pd: “Trasformazione in Fondazione passaggio obbligato”

TAORMINA-  La trasformazione da Comitato in Fondazione è l’ultimo scoglio da superare per salvare Taormina Arte. Il circolo Pd di Taormina su questa questione non ha dubbi: “i problemi legati all’imminente inizio della stagione turistica, le ricadute economiche e l’importanza che TaoArte  riveste sul piano culturale e su quello turistico, non solo per la città di Taormina ma per l’intera fascia costiera jonica, obbligano a seguire l’iter di trasformazione del Comitato in Fondazione”. Convinzione confermata anche da un incontro a Palermo tra una delegazione del circolo Pd taorminese, rappresentata dal coordinatore Lisa Bachis, e l’Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, Cleo Li Calzi. Per l’assessore regionale “la trasformazione dell’ente in Fondazione è la soluzione migliore affinché le manifestazioni collegate a Taormina Arte continuino a ricevere il sostegno della Regione Siciliana”. Allora perché a Palazzo dei Giurati si continua perdere tempo prezioso? L’avvio della stagione turistica è alle porte e invece di affrontare e cercare di risolvere positivamente la questione il consiglio comunale decide invece di rinviare la discussione relativa a TaoArte “un bene non di una parte della città- scrivono i membri del Pd taorminese- ma patrimonio inviolabile di tutta Taormina e non solo”.  In attesa di sapere come andrà l’incontro di oggi a Palermo tra il Comitato di TaoArte e il presidente della Regione, Rosario Crocetta, il gruppo consiliare del Pd Taormina, composto da Graziella Longo e Piero Benigni, preme affinché Taormina Arte diventi una Fondazione a tutti gli effetti. “Pertanto- continua il comunicato del circolo Pd- è necessario che non vi siano ulteriori rinvii della discussione in seno al Consiglio comunale e ciò presuppone l’eliminazione del termine “a data da destinarsi” e la conseguente fissazione di una nuova seduta ed il confronto con la presentazione di proposte -conclude il documento Pd-  atte alla positiva risoluzione della questione entro breve termine e calendarizzata nell’agenda amministrativa del mese di marzo”.

Leave a Response