Taormina. Automedica, il sindaco Giardina fa chiarezza: “Lo sfratto dalla Casa di riposo è stato deciso dai Nas”

TAORMINA- Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, interviene per fare chiarezza sul trasferimento dell’automedica da Trappitello a Taormina centro. “La presenza dell’automedica nella Casa di Riposo – afferma Giardina- rischiava di portare alla cancellazione della struttura per anziani dall’albo regionale”. La decisione di sfrattare il servizio posizionato nel 2012 dall’allora Amministrazione comunale di Taormina nei locali della Casa di riposo è arrivata dopo un accertamento dei Nas dei Carabinieri. “Lo scorso settembre- spiega Giardina- mi è arrivata una raccomandata della Casa di riposo, nella quale si comunicava al Comune di Taormina e all’Asp5 che il Comando Carabinieri del Nucleo antisofisticazioni di Catania ha riscontrato che in alcuni ambienti della struttura assistenziale destinata all’accoglienza di soggetti anziani è stata riscontrata una diversa destinazione d’uso. La Regione chiedeva quindi al Comune- continua Giardina- di relazionare entro in merito alla “mutata capacità ricettiva della casa di riposo”, avvisando che la mancata risposta avrebbe comportato la cancellazione della struttura dall’albo regionale delle case di riposo. Era quindi necessario- conclude Giardina- intervenire subito anche per evitare un danno economico al Comune”. Mantenere il servizio nei locali della Casa di riposo sarebbe costato alle casse comunale 4 mila euro al mese. Mi fu evidenziata dagli uffici l’illogicità di pagare un affitto così elevato per un servizio che non è di competenza del Comune ma di Asp e 118”. Dopo il parere favorevole del consiglio comunale che giovedì scorso ha votato all’unanimità l’odg presentato dal consigliere Alessandra Caltabiano finalizzato allo spostamento del servizio da Trappitello a Taormina centro si pensa già ad una nuova sede: potrebbe essere il Capalc, l’ex scuola convitto albergo di proprietà comunale.

Leave a Response