Letojanni. Rapina a mano armata al Banco Popolare Siciliano. Il bottino è di 40mila euro

LETOJANNI – Con molta probabilità erano ladri professionisti quelli che hanno fatto irruzione lunedì pomeriggio nell’agenzia del Banco Popolare Siciliano a Letojanni, sulla centralissima via Vittorio Emanuele. Il bottino che sono riusciti a portare via ammonta a poco più di 40mila euro. Sembrerebbe che i malviventi avessero organizzato il colpo nei minimi dettagli. Nei giorni precedenti alla rapina i ladri avrebbero effettuato una sorta di sopralluogo nei pressi della banca e avrebbero manomesso la porta del retro dell’edificio. Ai due malviventi dunque è poi bastato forzarla con un piede di porco per fare irruzione nell’agenzia intorno alle 16:30. I ladri erano certi che avrebbero trovato solo i dipendenti in quanto la banca a quell’ora era già chiusa al pubblico. Dietro il bancone c’erano tre impiegati, una donna e due uomini che, agitati, hanno eseguito gli ordini impartiti dai due malviventi. Con il viso coperto da passamontagna i rapinatori, armati l’uno di pistola, la’ltro di piede di porco, si sono fatti consegnare il denaro per poi rinchiudere i dipendenti nel bagno dopo essersi fatti dare i cellulari. I ladri poi si sono dileguati tranquillamente utilizzato la stessa porta del retro dalla quale si erano introdotti. Nessuno dunque ha notato nulla. Non è ancora chiaro se per la fuga sia stata utilizzata un’auto, una moto o se ci fosse persino un complice ad attente i malviventi all’uscita del banco popolare siciliano. Tutto questo avveniva mentre sulla via principale di Letojanni, dove si trova l’entrata principale dell’agenzia, regnava la calma… solo apparente. Gli impiegati successivamente hanno sfondato la porta del bagno per poi allertare i carabinieri della stazione di Taormina giunti immediatamente sul posto. Le indagini proseguono ma non sarà facile identificare i malviventi in quanto hanno agito indisturbati utilizzando la parte del retro della banca, nessuno dunque ha notato nulla di strano.

Leave a Response