Alì, in arrivo la festa in onore di Sant’Agata

Alì si appresta a festeggiare Sant’Agata che, dal lontano 1126, è patrona del piccolo centro collinare. Era, infatti, il 17 agosto di quell’anno quando la nave che trasportava il corpo di Agata, proveniente da Costantinopoli, si fermò nella marina di Alì. Alla notizia, gli aliesi si precipitarono fin sulla spiaggia per rendere omaggio alle sacre spoglie. Il vescovo di Catania Maurizio, vedendo una così forte devozione, concesse loro un pezzo del velo che ricopriva il corpo della Santa. Il prezioso cimelio venne portato con solennità ad Alì e da quel momento la martire catanese fu eletta protettrice. La comunità religiosa, guidata da padre Vincenzo D’Arrigo, ha stilato un ricco programma di appuntamenti. Giovedì 5 febbraio, alle ore 8.30, sarà celebrata una Santa Messa. Alle 11, nel duomo dedicato a Sant’Agata ed officiata da Monsignor Angelo Oteri, Decano del Capitolo Protometropolitano della Basilica Cattedrale di Messina, si svolgerà il solenne Pontificale. Nel pomeriggio, alle 16.30, prenderà il via la processione lungo le vie del paese con il venerato simulacro di Sant’Agata. Al rientro, avrà luogo una celebrazione Eucaristica a cui seguirà il bacio delle reliquie della martire catanese da parte di tutti i devoti. I festeggiamenti si concluderanno ufficialmente il 12 febbraio, giorno dell’Ottava, quando, alle 18, sarà celebrata una Santa Messa. Seguirà il bacio delle reliquie. Una festa attesa e fortemente partecipata che richiama ad Alì tantissimi fedeli provenienti anche dagli altri paesi dell’hinterland jonico.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response