Scaletta Zanclea, nuovi contributi in arrivo dalla Regione: 80 mila euro per la scuola elementare e 70 mila per le famiglie alluvionate

Il 2015 si apre con delle novità per gli studenti di Scaletta Zanclea. L’assessorato regionale dell’Istrtuzione e Formazione professionale ha stanziato 80 mila euro per interventi strutturali alla scuola elementare “Beata Eustochia” di piazza municipio. A breve sarà indetta la gara d’appalto ma i lavori cominceranno solo a giugno, dopo la conclusione dell’anno scolastico. La decisione è stata presa di comune accordo con la dirigente scolastica per cercare di evitare ulteriori disagi agli alunni. Il nuovo anno porta con se anche delle novità riguardanti i contributi alle famiglie sfollate in seguito alluvione del 1° ottobre 2009. Dopo oltre cinque anni dalla prima emergenza che ha colpito il territorio della provincia di Messina, sono arrivati dalla Regione Siciliana nuovi fondi destinati alla sistemazione autonoma delle famiglie alluvionate. Il decreto, che impegna 700mila euro, è stato firmato dal dirigente generale del Dipartimento regionale di Protezione civile, l’ing. Calogero Foti. Dall’alluvione di Giampilieri e Scaletta al dissesto idrogeologico di San Fratello sono 21 i comuni messinesi, dislocati tra zona jonica e tirrenica, interessati da eventi atmosferici eccezionali verificatisi tra il 2009 e il 2011 che costrinsero diverse famiglie a dover abbandonare le proprie abitazioni, rese inagibili da frane e alluvioni. In particolare per quanto riguarda la bomba d’acqua che il 1° ottobre 2009 si è abbattuta letteralmente su Scaletta Zanclea trasformando irrimediabilmente il volto del territorio, all’Ente locale verranno assegnati 70mila 156 euro. L’amministrazione guidata dal sindaco Gianfranco Mochella dovrà poi occuparsi di far arrivare le somme alle famiglie. Il pagamento dei contributi avverrà dopo la trasmissione di tutti gli atti giustificativi mediante emissione di successivi ordini di accreditamento in favore dei sindaci dei Comuni interessati, i quali dovranno verificare continuamente la persistenza del diritto al contributo da parte delle famiglie. Nella riviera jonica gli altri comuni interessati dal decreto in favore delle famiglie sfollate sono Itala a cui verranno assegnati 12 mila 545 euro e Antillo a cui spettano 2 mila 240 euro.

Leave a Response