Nizza di Sicilia. Ampliamento del cimitero, Di Tommaso risponde alle opposizioni: “Unico modo per realizzare grande opera”

NIZZA DI SICILIA – L’affidamento ad un Consorzio d’imprese messinese, con il sistema del project finance, per la gestione e l’ampliamento del cimitero rimane al centro del dibattito politico a Nizza di Sicilia. Ciò che non convince l’opposizione “Cambia Nizza”, il circolo del Pd e il gruppo “Riprendiamoci il futuro” è la durata della convenzione: 29 anni. Un tempo troppo lungo. Il documento sarà firmato entro dicembre. Il progetto prevede una spesa di due milioni e 45 mila euro. I prezzi delle tombe fissati sono pressoché uguali a quelli praticati in altri paesi vicini al nostro. L’acquirente avrà come interlocutore sempre il Comune dal quale, tra l’altro, acquisterà le tombe. Il ricavato poi sarà versato ogni sei mesi al Consorzio d’imprese. Il sindaco Di Tommaso però risponde agli oppositori. Il primo cittadino è convinto: “ il projct finanancing” è l’unico modalità che consente ai Comuni che in questo momento non hanno risorse economiche di realizzare opere importanti quali l’ampliamento del cimitero”. ” I miei oppositori – ha aggiunto il primo cittadino – forse non si sono ancora rassegnati alla sconfitta”… L’INTERVISTA INTEGRALE A DI TOMMASO NEL TG90 DEL 16 DICEMBRE

Leave a Response