Scaletta. Revocato dalla Regione un finanziamento di oltre un milione di euro

SCALETTA. Un “no” espresso dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali costa caro al Comune di Scaletta che si è visto revocare un finanziamento di un milione e 367mila euro. I fondi sarebbero serviti per la realizzazione di alloggi a canone sostenibile sul territorio comunale. Il progetto presentato dal Comune nel 2010 si era piazzato al sesto posto della graduatoria a valere sul programma innovativo in ambito urbano denominato “Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile”. L’importo complessivo del progetto ammontava a un milione 590mila euro, di cui un milione e 367mila quale contributo Stato/Regione ed 222mila 653 euro a carico del bilancio comunale. Il programma costruttivo era finalizzato ad incrementare la disponibilità di alloggi da offrire in locazione a canone sostenibile e a migliorare l’infrastrutturazione dei quartieri con presenza di condizioni di forte disagio abitativo. Ma per inviare il progetto definitivo alla Regione serviva anche il parere favorevole da parte dalla Soprintendenza, in quanto l’intervento di recupero urbano avrebbe costituito una variante al Piano regolatore generale vigente. Nell’aprile del 2013, il Dipartimento regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, aveva inviato al Comune una comunicazione di avvio del procedimento di revoca del finanziamento, ricevendo in risposta la motivazione alla base del mancato inoltro. Trascorso infruttuosamente l’ultimo termine fissato per il 30 ottobre scorso, il Dipartimento regionale si è quindi visto costretto a revocare l’assegnazione del finanziamento.

Leave a Response