Taormina. Rilanciare il turismo invernale, la soluzione di Sferra: “Utilizzare gli introiti della tassa di soggiorno”

Il settore turistico turistico, a Taormina, nonostante la crisi economica che sta travolgendo l’Italia, si conferma in netta controtendenza. I dati positivi della stagione estiva sono di certo il risultato di un’azione incisiva  e sempre innovativa messa in atto dagli imprenditri e dai commercianti taorminesi. Lonathan Sferra, ex consigliere comunare e peratore commerciale, tramite una nota si complimenta con i colleghi del settore per essere stati anche quest’anno all’altezza delle aspettative dei numerosi visitatori della nostra città. “Icontinui rinnovi dei locali e delle proposte si legge nel documento- hanno fatto registrare un miglioramento dell’offerta turistica, cosi come numerosi sono state le attività commerciali che hanno operato sino a tarda notte, dando un offerta importante ai turisti”. “Da nipote e figlio di commerciante – aggiunge Sferra- ho avuto modo di vivere l’evoluzione del settore, apprezzando gli enormi sforzi fatti dalle categorie”. Poi una stoccata politica: ” Le istituzioni però non hanno saputo fare altro che incrementare la pressione fiscale, senza dare i servizi adeguati”. Poi un riferimento alla stagione invernale, che ancora nella Perla non riesce a decollare: “Taormina non può permettersi un’altra stagione invernale fallimentare.  La chiusura di un’attività – sottolinea l’ex consigliere comunale – non significa solo il blocco dell’economia ma significa anche mandare a casa i lavoratori che con grandi sacrifici hanno garantito i servizi durante la stagione estiva”. Per Jonathan Sferra la soluzione potrebbe essere rappresentata dagli introiti della tassa di soggiorno: “le somme ricavate dovrebbero essere investite in eventi volti ad attirare l’interesse del mercato locale, che negli anni – conclude- hanno contribuito all’economia cittadina”.

Leave a Response