Taormina. Asm, la maggioranza attacca la gestione Tajana: “Liquidati 300mila euro per sè e gli accoliti”

TAORMINA – Dopo l’ennesimo rigetto da parte del Cga della richiesta di sospensiva presentata dall’ex liquidatore Asm Cesare Tajana, i gruppi di maggioranza, che fino a questo momento hanno mantenuto un profilo basso in attesa che la giustizia facesse il suo corso, adesso partono all’attacco e non risparmiano feroci critiche ai consiglieri d’opposizione e all’ex numero uno della municipalizzata. Al banco degli imputati Pinuccio Composto, Nunzio Corvaja e Carmelo Valentino. Taormina futura, Intesa Democratica e Taormina 2013 non lasciano spazio a fraintendimenti e, numeri alla mano, mettono nero su bianco la politica gestionale messa in atto da Cesare Tajana all’Asm: “E’ legittimo ricordare che questo liquidatore – si legge nella nota – dopo quasi tre anni di insediamento, non ha prodotto alcun documento utile a disegnare il futuro dell’Azienda; ed intanto – scrivono i consiglieri di maggioranza – il liquidatore “a tempo” (che evidentemente non voleva portare a compimento l’iter della liquidazione) ha gestito l’Azienda come se fosse dovuto rimanere insediato per dieci anni, liquidando, a se stesso ed agli altri accoliti, cifre ed emolumenti da capogiro”. Accuse pesanti supportate però da numeri e documenti dettagliati: “Ci si chiede se rientra nella buona gestione e nella normalità di una liquidazione affidare un incarico ad un avvocato (avv Perdichizzi , suo legale di… fiducia) per 5 anni ad € 1.500,00 mensili (con impossibilità di revoca , a meno di pagamento di una grossa penale !) – dicono i consiglieri – ci si chiede, ancora – continua la nota . se e’ ascrivibile a “buona gestione” una liquidazione (sempre al suo avv di fiducia, Giuseppe Perdichizzi…) di parcelle per quasi 180.000,00 (centoottantamilaeuro!), senza tenere conto neanche del cronologico dell’azienda ASM, ed in disprezzo di coloro i quali ( ditte, privati e professionisti vari) hanno lavorato per ASM ed ancora aspettano di essere pagati”. Ma non è tutto. Chi ha avallato questa situazione caotica e disorganica, anche con il suo voto in Aula consiliare, ne è naturalmente complice e se ne rende pertanto corresponsabile… IL SERVIZO INTEGRALE NEL TG90 DEL 26 NOVEMBRE 2014

Leave a Response