Taormina. Caos Asm, il Tar respinge la richiesta di sospensiva presentata da Scibilia

TAORMINA – Nuovo stop del Tar di Catania sul caso Asm. I giudici del tribunale amministrativo etneo hanno respinto la richiesta di sospensiva presentata dall’ex assessore Enzo Scibilia. Scibilia nominato dal civico consesso il 20 giugno scorso e poi dallo stesso revocato con la delibera consiliare del primo agosto contesta che la sua nomina a liquidatore Asm sia stata bloccata senza una motivazione specifica. Da qui la decisione di rivolgersi al Tar per ottenere l’annullamento della delibera con la quale il Consiglio comunale gli ha revocato l’incarico di liquidatore, nominando a capo della principale azienda cittadina, il comandante dei vigili urbani, Agostino Pappalardo. Il Tar di Catania, su questo ennesimo ricorso, ha per il momento rigettato le richieste di sospensiva in attesa di una sentenza definitiva già fissata per gennaio. Una battaglia che ormai da mesi si combatte nelle aule di giustizia e che per il momento vede vincitore il Comune di Taormina che difende strenuamente quando deliberato dal Consiglio comunale il primo agosto scorso. Nelle scorse settimane, infatti, i giudici del Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo avevano respinto l’ennesimo ricorso presentato dall’ex liquidatore Asm Cesare Tajana. Ma la battaglia giudiziaria che vede protagonista Tajana non è del tutto conclusa. La questione verrà di nuovo affrontata dal Tribunale amministrativo etneo che entrerà nel merito nell’udienza fissata per il 17 dicembre. Quindi, almeno per il momento il timone della principale azienda cittadina resta nelle mani del comandante dei vigili urbani Agostino Pappalardo.

Leave a Response