Roccalumera. La minoranza sollecita la messa in sicurezza degli accessi all’arenile

ROCCALUMERA. Ancora nessun intervento da parte dell’Amministrazione comunale dopo la segnalazione del gruppo di minoranza sullo stato di pericolo rappresentato dagli accessi all’arenile. E così ieri pomeriggio il capogruppo Rita Corrini, a distanza di due giorni dalla presentazione della richiesta di intervento, è tornata a farsi sentire. “Numerosi accessi – ha scritto in una nota – sono pericolosi e non segnalati né transennati, così come lo erano prima della nostra comunicazione. Non avevamo fatto un’interrogazione o mozione – ha spiegato il consigliere Corrini – ma una semplice comunicazione confidando nello spirito di collaborazione, soprattutto perché si trattava e si tratta di un pericolo da eliminare immediatamente. L’Amministrazione, evidentemente, non è dello stesso avviso”. Nella nota trasmessa al sindaco, al segretario comunale e al Responsabile dell’Area Tecnica, la minoranza aveva evidenziato che numerosi accessi all’arenile si trovano con un dislivello considerevole rispetto all’arenile costituendo un pericolo per la pubblica e privata incolumità, in particolare per i bambini che passeggiano sul marciapiede adiacente, oltre che un disagio per i numerosi pescatori che utilizzano le rampe per la movimentazione delle imbarcazioni da pesca. Gli scivoli sono stati “cancellati” dalla mareggiata di inizio novembre. Con il documento presentato in Municipio si chiedeva di «mettere a punto ogni iniziativa utile ad eliminare la situazione di pericolo, transennando o recintando nell’immediatezza gli accessi a rischio di caduta dal marciapiede».

Leave a Response