Taormina. Il Pd mette le cose in chiaro: “Nessun dialogo con l’amministrazione”

TAORMINA – “Nessun avvicinamento all’attuale amministrazione”. Ci tiene a mettere le cose in chiaro il coordinatore del Pd taorminese Lisa Bachis. Smentite dunque le voci di un possibile dialogo con la maggioranza del sindaco Eligio Giardina. I democratici, rappresentati in Consiglio da Graziella Longo e Piero Benigni, rimangono saldi sulle poltrone di minoranza: “La nostra posizione – ribadisce Bachis – è stata sin dall’inizio chiara, ossia all’opposizione. I consiglieri espressi dalla coalizione “Taormina Bene Comune” sono sin dall’inizio tra i banchi dell’opposizione. Le azioni svolte dal Pd Taormina, durante l’iter amministrativo, sono in seno all’opposizione”. Nessuno spazio a fraintendimenti dunque. Non esiste nessuna trattativa con la coalizione che affianca Giardina. “La scelta di creare una grande corazzata che sbaragliasse ogni contendente alle ultime amministrative – evidenzia il coordinatore – da un po’ di tempo ha dato i propri frutti, e tali frutti sono amari, anzi amarissimi”. Poi Lisa Bachis fa una disamina dell’attuale situazione politica che ha visto la veloce disgregazione di una maggioranza forse troppo eterogenea: “ I tentativi, del Sindaco Giardina di salvare il salvabile, di tenere in piedi, quello che a tutti appare come un mezzo che ha il motore in panne – si legge nel documento – hanno dato luogo alla fuga di massa, di molti che erano parte stretta della sua maggioranza e che oggi, si ritrovano per la maggior parte, tra i banchi dell’opposizione perché delusi dalla mancata attuazione del programma amministrativo”. Bachis infine fa chiarezza una volta per tutte: “Il Pd di Taormina, ha più volte espresso la propria linea di opposizione e “voci di corridoio” o “spifferi da porte mal chiuse”, che vedono accordi segreti o tentativi di “presa di un posto al sole”, – conclude – sono da considerarsi privi di fondamento”. Messaggio forte e chiaro spedito al destinatario che siede sulla poltrona più alta di Palazzo dei Giurati. Ma Lisa Bachis, in un’intervista rilasciata a Blogtaormina, frena sull’eventuale sfiducia a Giardina: “Parlarne non ha senso, si deve parlare di contenuti. Non si può sfiduciare un sindaco su questioni personali, ma eventualmente su fatti concreti”. Il coordinatore poi apre ad un eventuale e costruttivo confronto: “Se il sindaco Giardina, nelle prossime settimane, dovesse presentare un programma costruttivo bisognerebbe ascoltarlo”. Poi una stoccata ai colleghi di minoranza, o meglio faremmo a die, di ex maggioranza scottati dall’azzeramento della Giunta e che oggi spingono per la sfiducia a Giardina: “Noi – sottolinea la Bachis – a differenza di altri, non abbiamo bisogno di toglierci sassolini dalle scarpe. Il nostro unico interesse è che il sindaco e la giunta ci rispondano sui contenuti». Poi una piccola apertura nei confronti dell’amministrazione: «È ovvio – ha concluso Lisa Bachis – ma qui rimaniamo nel campo delle pure ipotesi, che se il sindaco Eligio Giardina dovesse fare un “mea culpa”, noi saremmo pronti a confrontarci su ogni punto».

Leave a Response