Furci, Maxi aspirapolvere in azione sul lungomare per rimuovere la sabbia depositata dalla mareggiata

Furci. Un mezzo tecnologicamente avanzato ha consentito di pulire il lungomare, invaso dalla sabbia depositata dalle mareggiate dei giorni scorsi, in appena una giornata. Una sorta di aspirapolvere gigante ha rimosso i detriti, peraltro senza sollevare polveroni in quanto il manto stradale è stato, contestualmente, bagnato e spazzolato dallo stesso mezzo.
«Non conosciamo ancora il costo preciso dell’operazione – spiega l’assessore alla Protezione civile, Alessandro Niosi – in quanto le somme, in queste circostanze, si tirano alla fine. Ma posso anticipare che ci sarà un sensibili risparmio rispetto alle pulizie precedenti. Tra l’altro i tempi, grazie a questo mezzo, di proprietà di una impresa di S. Teresa, si sono ridotti notevolmente».
Contestualmente alla ditta santateresina, sono stati impegnati anche due bobcat di un’altra ditta privata «per togliere il grosso della sabbia dalla carreggiata», precisa l’assessore Niosi. Vanno così in archivio le polemiche esplose lunedì mattina in paese e rilanciate dal capogruppo di minoranza, Francesco Rigano, per il ritardo con il quale era intervenuto il Comune di Furci, dopo il maltempo, rispetto alle amministrazioni dei paesi vicini (Roccalumera e S. Teresa di Riva).

Leave a Response