Frana a Capo Alì, chiusa la Statale 114. A Castelmola è esondato il S. Venera

ALI’ TERME – Una smottamento a Capo Alì ha reso necessaria l’immediata chiusura della Statale 114 e l’intervento delle squadre dell’Anas. Sul posto sono giunti anche i rocciatori che hanno monitorato il costone collinare alla ricerca di ulteriori criticità. Bisognerà infatti non solo far cadere i massi rimasti in bilico ma anche verificare con attenzione che non ci sia il rischio di altri smottamenti prima di riattivare la circolazione. Ancora non sono stati ipotizzati i tempi per la riapertura. Il collegamento tra Alì Terme e i centri di Scaletta e Itala sarà dunque garantito dalla sola A18. Pioggia e forte vento anche sul comprensorio taorminese. Numerosi tombini sono saltati sulla strada che collega lo svincolo al centro storico. A Castelmola il sindaco Orlando Russo ha emesso 4 ordinanze di somma urgenza per fronteggiare i disagi che si sono venuti a creare in contrada francese, dove il vento e la pioggia ha sradicato 4 alberi secolari, in contrada saracena dove è crollata parte della sede stradale, in contrada tifani dove si sono sono verificate due frane già rimosse e in contrada tupiano dove fango e alberi crollati bloccano l’accesso alla strada. Inoltre il torrente s. Venera e’ esondato e stamattina il livello dell’acqua superava quello la strada di 10 cm. L’amministrazione ha già avviato gli interventi. Russo ha sollecitato il capo della Protezione Civile regionale ad intervenire al più presto per la messa in sicurezza del S. Venera e gli è stato garantito che in settimana verrà indetta una conferenza dei servizi. “Abbiamo un territorio completamente dissestato – ha dichiarato il sindaco Russo – Necessitiamo dell’aiuto delle istituzioni regionali. Il torrente S. Venera non può più attendere, non aspettiamo che accadano tragedie simili a quelle di Genova”.

Leave a Response