Maltempo, rimane alta l’allerta. Anche domani scuole chiuse S.Teresa, Giardini e Fiumedinisi

Rimane alta l’allerta nei comuni della zona jonica anche in previsione di un possibile aggravamento delle condizioni metereologiche tra stasera e domani. Pochi per fortuna i danni sin qui registrati, se si escludono qualche frana, soprattutto sulle strade di collegamento con i centri collinari, e allagamenti nei comuni costieri, costretti a fare i conti con una mareggiata che si è spinta sin sotto i muri di protezione dei litorali. A S. Alessio, il sindaco Rosanna Fichera, ha disposto la chiusura della circolazione veicolare su tutta la tratta del lungomare sino alla fine dell’emergenza e la bonifica dai detriti lasciati dalle onde. Ieri, per precauzione, scuole chiuse ovunque tranne che a Nizza, Alì Terme e Fiumedinisi. Ma nel pomeriggio, ricevuto l’ultimo aggiornamento al bollettino meteo, le tre amministrazioni hanno disposto la sospensione dell’attività scolastica per la giornata di oggi. A Fiumedinisi, così come a Giardini Naxos e S. Teresa, le scuole rimarranno chiuse anche domani. A Taormina, piccoli smottamenti si sono verificati sulla via Crocefisso, all’altezza degli alloggi popolari, mentre preoccupano le condizioni del torrente S. Venera tra Trappitello e Castelmola. A Giardini Naxos, il maltempo ha provocato disagi alla circolazione a causa di qualche tombino saltato per l’intasamento dei canali di scolo. Il Consiglio comunale, previsto per ieri pomeriggio, è stato precauzionalmente rinviato a lunedì. A Casalvecchio è stato sospeso il servizio di trasporto scolastico e l’Amministrazione comunale ha consigliato alla cittadinanza di rimanere nelle proprie abitazioni. Servizio scuolabus sospeso fino ad oggi, ma per problemi tecnici, anche a Scaletta. A Fiumedinisi, in previsione di possibili peggioramenti nelle prossime ore, il Comune ha raccomandato di limitare al massimo gli spostamenti e di rimuovere eventuali mezzi in sosta nei pressi di sottopassaggi, canali e corsi d’acqua. Sulla Sp11 tra Roccafiorita e Mongiuffi Melia si è verificata una frana, rimossa nel tardo pomeriggio di ieri per consentire il regolare traffico veicolare. Più grave la situazione nella valle dell’Alcantara, con danni alle produzioni agricole, alle strade, letteralmente invase dall’acqua, e anche in alcune abitazioni. I sindaci di tutti i centri della vallata hanno disposto la chiusura delle scuole anche per la giornata di domani. Si tornerà in aula, dunque, lunedì. Sulla A18, a causa di un allagamento all’altezza di Giarre, ieri pomeriggio il traffico è rimasto paralizzato per quasi quattro ore. Per la giornata di oggi il bollettino diffuso dalla Protezione Civile regionale prevede precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, con frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Previsti anche venti dai quadranti meridionali, prevalentemente da sud-est, forti con raffiche di burrasca.

Leave a Response