Fiumedinisi. Gli amministratori contribuiscono a ridurre la spesa pubblica: dimezzata l’indennità

FIUMEDINISI. Sindaco e assessori si sono dimezzati l’indennità di carica per “contribuire in prima persona alla riduzione della spesa pubblica e dei costi della politica a carico dei cittadini”. Il risparmio ammonta, complessivamente a circa 42mila euro: “Una risorsa preziosa – esordisce il sindaco, Alessandro Rasconà – in un momento particolare, segnato dal taglio dei trasferimenti ai Comuni e alla forte contrazione dei mezzi finanziari degli stessi enti locali”. L’indennità di carica del primo cittadino è pari a mille e 458 euro euro mensili. Dal prossimo mese percepirà 8mila e 748 euro in un anno. Soldi che saranno utilizzati – viene specificato – per far fronte alle spese dei viaggi istituzionali”. Il resto dell’esecutivo (il vicesindaco Giovanni De Luca, Giuseppe Crocetta, Giovanni freni e Franchina Di Ciuccio) ha invece deciso di rinunciare totalmente all’indennità di carica.

Leave a Response