Bocciata la sfiducia a Crocetta

Palermo – Tanto rumore per nulla. Il governatore Rosario Crocetta e’ salvo. Non è infatti passata all’Ars la mozione di sfiducia presentata nelle scorse settimane da 40 deputati appartenenti al Movimento cinque stelle e ai partiti di centrodestra . Ieri però solo 37 hanno confermato la volontà di interrompere la legislatura crocetta. 44 invece hanno detto no alla sfiducia. 3 dunque i deputati che hanno improvvisamente avuto un ripensamento. Una risultato prevedibile all’indomani della rappacificazione interna al Pd dovuto, neanche a dirlo, al tanto atteso rimpasto. Crocetta ha accontentato i democratici, cedendo di fatto alle loro pressanti richieste. Ieri in aula nel corso di una seduta fiume, iniziata alle 16 e conclusasi poco dopo l’una di notte, non sono mancati momenti di tensione tra il presidente e i deputati grillini. Al centro delle polemiche ancora le dichiarazione di Peppe grillo sulla mafia e lo sfiducia day che – ha sottolineato il governatore – mi rafforzato e non indebolito”. Crocetta rimane dunque sulla sua poltrona in compagnia dl nuovo esecutivo che non ha soddisfatto a pieno tutti i partiti. Il primo banco di prova e’ stato superato. Prossimo step, la presentazione ufficiale della nuova giunta. 

 

Leave a Response