S.Teresa di Riva. Presentato “Terremigranti”, il nuovo spettacolo targato “Sikilia”

S.TERESA DI RIVA – “Un’avventura emozionante e punto d’arrivo fondamentale per noi dopo anni di lavoro”. Così Cettina Sciacca ha presentato “Terremigranti 1908 – 1920”, il nuovo spettacolo dei Sikilia, la compagnia teatrale di cui è presidente e che da 17 anni attraverso la propria attività punta a valorizzare e conservare le tradizioni popolari. Lo spettacolo prenderà il via il 9 novembre, serata inaugurale, e andrà in scena per tutto il mese sul palco del teatro Val d’Agrò: si tratta di una rivisitazione storico – emotiva di due grandi eventi che hanno cambiato la storia della nostra terra. Ovvero il terremoto del 1908 e l’emigrazione del 1920. Sulla scena si muove e agisce, il popolo siciliano che presagisce e prepara il pubblico alla sciagura che si abbatterà su Messina. “Terremigranti” è stato presentato nei locali del ristorante Aloha Mare di S.Teresa di Riva. Presenti, oltre la Sciacca, anche il prof. Franz Riccobono, storico e ricercatore che ha messo in evidenza come nel periodo post terremoto e il 1920 furono oltre 15mila i messinesi che lasciato la Città dello Stretto. L’Arch. Antonino Principato, cultore di storia patria, che ha puntato l’accento sui quei tragici 37 secondi, questa la durata del terremoto, che stravolsero per sempre il volto di Messina anche dal punto di vista architettonico. Hanno partecipato anche il presidente del Consiglio Danilo Lo Giudice e la poetessa messinese Rosa Gazzara Siciliano, che ha tradotto in lingua corrente le memorie scritte nei tragici giorni del terremoto del 1908 dal pungo della clarissa suor Maria Angelica Rigolizzo. A moderare ci ha pensato l’incontro Andrea Rifatto. Lo spettacolo dei Sikilia però ha anche un altro obiettivo ambizioso, tutt’altro che secondario: vuole sensibilizzare il territorio alla cultura e al teatro in particolare, lanciando un messaggio anche per la tanto agognata apertura del Val d’Agrò. NEL TG90 DEL 27 OTTOBRE LE INTERVISTE A CETTINA SCIACCA, FRANZ RICCOBONO E DANILO LO GIUDICE

Leave a Response