Taormina. Asm, respinto dal Cga il ricorso d’urgenza presentato da Tajana

TAORMINA- Una nuova sconfitta giudiziaria per Cesare Tajana sul caso Asm. Il Consiglio di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso di urgenza presentato dall’ex liquidatore Asm nel quale si chiedeva un provvedimento presidenziale contro il recente pronunciamento del Tar di Catania che lo spodestava dalla principale poltrona della municipallizzata. Il tribunale etneo aveva, infatti, rigettato la richiesta di annullamento della delibera comunale del primo agosto scorso che aveva per oggetto la revoca di Tajana da commissario liquidatore. Questa volta il Cga non accoglie le richieste di Tajana come era invece avvenuto per la prima revoca datata 11 marzo quando, in quell’occasione, il Consiglio di giustizia amministrativo aveva dato ragione a Tajana riconfermandolo a capo della principale azienda cittadina. Ma la battaglia giudiziaria di Tajana non è del tutto conclusa. La questione verrà di nuovo affrontata da parte del Consiglio di giustizia amministrativa che entrerà nel merito nell’udienza fissata per il 12 novembre. Sull’altro fronte della battaglia legale che riguarda il ricorso presentato dall’ex assessore Enzo Scibilia il Tar di Catania si pronuncerà il prossimo 19 novembre. Scibilia nominato dal civico consesso il 20 giugno scorso e poi dallo stesso revocato con la delibera del primo agosto contesta che la sua nomina a liquidatore Asm sia stata bloccata senza una motivazione specifica e si appella, dunque al Tar, per avere il posto, che a sua avviso gli spetta, a capo della municipalizzata. Una battaglia su più fronti che si deciderà nelle aule di tribunale con il Comune che difende strenuamente la delibera del primo agosto scorso. Intanto, il neo commissario Agostino Pappalardo sta effettuando una ricognizione sulla situazione economica della municipalizzata mettendo a punto una relazione che a breve passerà in Consiglio Comunale.

Leave a Response