Taormina. Incendio doloso al pronto soccorso. Non sono stati ancora identificati gli autori

TAORMINA – Poteva trasformarsi in una tragedia l’incendio doloso appiccato da ignoti nei locali del pronto soccorso dell’ospedale S.Vincenzo di Taormina. Gli autori del rogo non sono stati identificati, ma i carabinieri stanno indagando sull’accaduto. Le fiamme sono state appiccate in alcune stanze limitrofe alla zona d’accoglienza dei degenti: se il personale sanitario non fosse immediatamente intervenuti, il rogo si sarebbe propagato velocemente rischiando di raggiungere gli ambienti dove si trovavano i pazienti. Ma c’è di più, nei pressi dei locali che sono stati incendiati si trova anche l’archivio dell’ospedale contenente cartelle cliniche, documenti e certificati vari. I danni insomma potevano essere di proporzioni ben più grandi. Per appiccare le fiamme è stato utilizzato un cartone usato. L’intervento tempestivo del personale addetto ai lavori ha scongiurato il peggio. Anche il primario del pronto soccorso Mauro Passalacqua auspica maggiore sicurezza del reparto. Ma non è la prima volta che l’ospedale di Taormina è mira di malintenzionati: poco tempo addietro infatti alcuni medici sarebbero stati aggrediti da balordi. Necessario è stato l’intervento delle forze dell’ordine per riportare la calma. Più volte si era è parlato di istituire un presidio fisso a tutela del reparto , ma di nulla di concreto. Almeno per il momento. Nei mesi scorsi la presenza di alcuni vigilantes privati aveva mitigato la situazione. Adesso però dopo l’incendio doloso di ieri non è escluso che si torni a parlare di un presidio fisso.

Leave a Response