Regione nel caos. Il Presidente Crocetta azzera la Giunta

Al termine di una giornata intensissima all’Ars il Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, lo ha fatto davvero: ha sciolto l’esecutivo. La mossa politica è stata preceduta da una nota inviata dal governatore al presidente dell’Ars Ardizzone: “In giornata revocherò le deleghe agli assessori ed entro domani formerò il nuovo governo”. Poi, in serata, arriva la certezza attraverso una telefonata all’Ansa: “Ho appena firmato i decreti di revoca degli assessori”, ha detto il governatore aprendo ufficialmente la crisi. Ma dovrebbe trattarsi di una crisi lampo, l’intenzione di Crocetta è di definire la nuova squadra entro venerdì. Subito dopo aver firmato i decreti di revoca degli assessori regionali, il governatore incontra a Palazzo d’Orleans gli alleati per un vertice di maggioranza con l’obiettivo di formare un nuovo governo.  L’azzeramento della Giunta, come primo obiettivo, ha fatto decadere la mozione di censura all’assessore alla Formazione Nelli Scilabra. Ma rimangono sul tavolo i soliti nodi politici nella maggioranza: il principale riguarda i cuperliani del Pd, rimasti fuori dalla giunta appena azzerata e in posizioni critiche rispetto all’azione di governo. “Ho ringraziato gli assessori e firmato le revoche delle deleghe, ma ora dobbiamo fare in fretta- ha affermato il presidente Crocetta- L’obiettivo è chiudere presto questa crisi per ripartire con i provvedimenti importanti e le riforme. Non c’è spazio per ulteriori polemiche”

Leave a Response