Furci. Il comandante dei vigili Mangiò: “Il doppio senso sul lungomare va provato”

FURCI. “Il doppio senso di circolazione sul lungomare di Furci (al momento si circola solo in direzione Catania-Messina) a mio avviso va provato. E potrebbe rappresentare una soluzione concreta per liberare dal caos la Statale 114”. A sostenerlo è il capitano Diego Mangiò, comandante del corpo di polizia municipale. “Premetto – sottolinea Mangiò – che io posso solo avanzare delle proposte e dare il mio contributo tecnico e piena disponibilità a fare rispettare le regole. Ma è ovvio che le decisioni spettano alla politica e, per quanto mi riguarda, sono a completa disposizione dell’amministrazione”. Lo scorso luglio, il sindaco, Sebastiano Foti, aveva annunciato l’ipotesi di istituire il doppio senso di circolazione sul lungomare, eliminando la pista ciclabile. Non sono mancate le polemiche. Il capitano Mangiò, subito dopo, ha proposto un piano viario che prevede il doppio senso sulla litoranea, salvaguardando però la pista ciclabile “attraverso il divieto di sosta lato monte dove la larghezza della carreggiata non permette il transito di due veicoli”. Si perderebbe un centinaio di posti auto. “Intanto si potrebbe partire in inverno – chiosa il capitano – e il problema non si porrebbe, in quanto di posti auto a disposizione sul lungomare ce ne sono parecchi”. Il sindaco prende tempo e, dal canto suo, ha proposto di rinviare la questione dopo che saranno eseguiti i lavori per la metanizzazione, che di fatto stopperebbero l’istituzione del doppio senso sulla Panoramica”. Per nulla d’accordo all’ipotesi doppio senso sul lungomare i commercianti. Unanime la posizione, emersa nelle scorse settimane, nel corso di una assemblea degli associati al Centro commerciale naturale. Temono che il provvedimento viario, se adottato, possa comportare un notevole calo di incassi. Il comandante dei vigili urbani ha detto di “rispettare la decisione degli esercenti”, ma fa notare che “fino ad oggi nessuna associazione, compresa quella dei commercianti, mi ha invitato per discutere la questione, anche sotto il profilo tecnico. Una cosa è certa – conclude Mangiò – da un attento esame della viabilità di questo Comune è emerso che, a causa di una grande mole di veicoli che giornalmente transitano lungo le arterie del paese e in particolare sulla via IV Novembre (la Statale) si creano quotidianamente file e tempi di percorrenza elevate”.

Leave a Response