Alì Terme. L’ex comandante Pistone presenta un esposto alla Procura contro la collega Ceccio

ALI’ TERME – Vigili urbani ancora sotto i riflettori. Stavolta ci ha pensato l’ex comandante Fortunato Pistone, che ha preso carta e penna ed ha inviato un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica. L’atto, registrato all’ufficio protocollo del Comune, è stato fatto recapitare anche al sindaco Giuseppe Marino. Pistone, attualmente dislocato all’Ufficio tecnico in attesa che venga chiarita in sede giudiziaria la vicenda delle contravvenzioni stradali ”aggiustate” che lo vede coinvolto, tira in ballo la sua collega Rosa Ceccio. Stando a quanto sostiene l’ex comandante, la Ceccio avrebbe firmato arbitrariamente alcuni atti di Polizia municipale in qualità di comandante ad interim nel periodo compreso, pare, tra il 16 maggio e il 10 giugno di quest’anno, in cui era in malattia il comandante facenti funzioni Rosaria Toscano. E questo, secondo quanto espone Pistone, pur non avendo a quel tempo la Ceccio ricevuto ufficialmente nessun incarico dal sindaco. ”Il 14 luglio scorso – sostiene infatti nell’esposto l’ex comandante dei vigili Pistone – con nota n. 5292 della segreteria comunale ”mi è stato comunicato che non risulta provvedimento emesso a favore dell’ispettore Ceccio”. Pistone così chiude: ”Alla luce di quanto riportato, denuncio alle signorie loro, per le rispettive competenze, quanto accaduto in merito alla illecita utilizzazione da parte dell’ispettore Rosa Ceccio di un ruolo e di un incarico mai avuto”. L’esposto oltre che alla Procura e al sindaco, Pistone lo ha inviato per conoscenza al segretario comunale, al responsabile dell’area amministrativa, all’assessore al personale e all’attuale comandante dei vigili urbani Rosaria Toscano, anche quest’ultima indagata per le contravvenzioni ”aggiustate”. Dal canto suo, il primo cittadino Marino rimarca di essersi attenuto scrupolosamente al regolamento interno del Comune che nella fattispecie degli incarichi attribuiti ai componenti del Corpo dei vigili prevede che il sindaco individui, in assenza del responsabile, il più anziano in servizio. ”E siccome l’ispettore Rosa Ceccio, in mancanza del comandante facenti funzioni Rosaria Toscano, è la più anziana – evidenzia Marino – l’incarico ad interim, pur senza una mia determina, è andato in ‘automatico’ alla Ceccio. Non vedo dove si possa configurare l’anomalia”.

Leave a Response