S. Teresa. Depuratore, l’amministrazione proroga la gestione per altri due mesi

Santa Teresa. Nelle more dell’assegnazione della nuova gestione, l’Amministrazione comunale ha deciso di prorogare per altri due mesi l’affidamento del depuratore di contrada Catalmo alla ditta di Sant’Alessio che dirige l’impianto dal febbraio 2013. La somma necessaria per la proroga, già stanziata dalla Giunta con apposita delibera, ammonta a 10mila 70 euro Iva compresa. Il sindaco Cateno De Luca ha infatti evidenziato che l’interruzione del servizio comporterebbe una grave situazione igienico-sanitaria e che «pertanto si reputa urgente e indifferibile dare continuità allo stesso».
Una prima proroga della gestione era stata autorizzata con delibera di Giunta del 9 giugno scorso, per tre mesi, fino al 30 settembre 2014. Qualche settimana fa, il 17 settembre, con provvedimento dirigenziale è stata invece approvata l’indizione della procedura di selezione dell’operatore economico per la «gestione degli impianti di sollevamento di depurazione e di trattamento fanghi al servizio della rete fognante al servizio del centro abitato e condotta sottomarina». Secondo una stima, però, per l’espletamento della gara ci vorranno due mesi di tempo. Da qui la decisione di prorogare ulteriormente l’affidamento del servizio all’attuale ditta che gestisce il depuratore.

Leave a Response