Scaletta Zanclea. Protezione civile, cittadini assenti

SCALETTA ZANCLEA- La risposta c’è stata, ma non da chi 5 anni fa ha subito sulla propria pelle le tragiche conseguenze dell’alluvione che ha portato con sé la vita di 37 persone tra Scaletta e Giampilieri. Eppure alla tre giorni di formazione organizzata proprio in occasione del 5° anniversario della tragedia gli assenti illustri sono stati proprio loro: i cittadini scalettesi. Ai numerosi workshop, seminari  e dibattiti che si sono svolti nella palestra della scuola media “Franco Giacobbe”, organizzati dalla Federazione nazionale Disaster Manager erano presenti solo gli addetti ai lavori, volontari e membri della protezione civile, ma anche gli alunni delle tre classi che sono stati i protagonisti di una esercitazione culminata con l’evacuazione dell’istituto e la visita al campo. Scopo della tre giorni era quello di mettere in evidenza gli aspetti sociali e tecnici di un’emergenza: gli interlocutori principali erano dunque i cittadini. O meglio sarebbero dovuti essere loro. Ma la gente, che ancora oggi tenta di recuperare una normalità persa 5 anni addietro, non ha risposto alla “chiamata”. Forse stanca. Forse arrabbiata. Forse semplicemente ancora molto addolorata. Forse, chissà. Unico dato di fatto: la loro assenza. Ma il sindaco Gianfranco Moschella non si da per vinto: “ La cultura delle emergenze e dell’autogestione non è del tutto radicata” ha detto. Il primo cittadino ha infine annunciato che l’amministrazione organizzerà degli incontri nelle 4 frazioni della cittadina jonica.   

Leave a Response