Forza d’Agrò. Non si arrende l’ex consigliere Bianca: ” Il sindaco e il fratello capogruppo sono incompatibili”

FORZA D’AGRO’ – Non si arrende l’ex consigliere d’opposizione di Forza D’Agrò, Antonino Bianca, che questa nella veste di cittadino torna a paralre della presunta incompatibilità tra il sindaco Fabio Di Cara e il fratello Emanuele, capogruppo di maggioranza. Bianca è tornato dunque alla carica inviando una nota al primo cittadino, al presidente del Consiglio Melina Gentile, ai membri del civico consesso e al prefetto di Messina Stefano Trotta. Nel documento Bianca, membro del Pd locale, fa riferimento alla legge regionale n.6 dell’aprile 2011sostenendo che “ siccome il sindaco secondo l’art 6 della legge regionale del 2000, è componente della Giunta che presiede, per tale norma di legge deve cessare dalla carica”. Per Bianca dunque Fabio Di Cara è incompatibile e dovrebbe lasciare la poltrona più alta di palazzo municipale. Già nel 2012 Bianca aveva inviato una nota agli assessorati alla famiglia e agli enti locali, ma da Palermo era arrivata una risposta che non lasciava spazio a fraintendimenti: ““Non c’è incompatibilità per i rapporti di parentela e affinità tra il sindaco ed i consiglieri comunali”: aveva scritto il dirigente generale dell’Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica, Giovanni Carapezza. La Regione spiega che la possibile incompatibilità, fino al secondo grado di parentela e affinità, “è applicabile tra gli altri componenti della giunta ed i consiglieri comunali, non appare, invece, che tale previsione sussista tra il sindaco non compreso nell’espressione “altri componenti della giunta” ed i consiglieri comunali”. Dal canto suo il sindaco Di Cara si dice tranquillo e raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione ha commentato ironico: “Forse l’ex consgliere Bianca confonde i suoi desideri con la realtà sostanziale della legge. In merito alla vicenda – continua il primo cittadino – esistono già un parere scritto del Comune e una circolare esplicativa della Regione che specifica l’assenza di incompatibilità tra me e mio fratello”. NEL TG90 DEL 27 SETTEMBRE L’INTERVISTA A NINO BIANCA

Leave a Response