Roccalumera. Sanatoria e messa in vendita di un palazzo abusivo, a giudizio ex amministratori e dipendenti comunali

ROCCALUMERA – Il Giudice per l’udienza preliminare Genovese ha rinviato a giudizio tutti i componenti dell’ex Giunta di Gianni Miasi , sindaco di Roccalumera sino al 2012 (anch’esso imputato), per due tecnici comunali e per i titolari di una ditta. La vicenda risale al 2010 e riguarda la realizzazione negli anni 90 di un palazzo abusivo, realizzato secondo l’accusa su demanio pubblico in contrada Piana sopra ferrovia di Roccalumera. Le accuse riguardano anche le successive pratiche di sanatoria e messa in vendita dell’immobile. Nel 2010 questi stessi privati avrebbero cercato di acquistare il palazzo dal Comune, divenuto nel frattempo proprietario. Stando al Pm il lo atesso Comune, tramite i dipendenti, avrebbe disposto la sanatoria del palazzo autorizzandone dunque la vendita ai privati. Il processo è stato disposto oltre che per l’ex sindaco Gianni Miasi anche per il suo allora vice Giovanni Foscolo e per gli assessori del tempo Ettore Fleres, Franco Barletti, Francesco Santisi e Mario Gregorio. Dovranno presentarsi davanti i giudici della seconda sezione penale del tribunale di Messina oltre il geometra dell’Utc Giuseppe Gugliotta e il responsabile Utc Nunzio di Bella anche i titolari della ditta Carmelo Todaro, Francesco Todaro, Giovanni Todaro e Silvana Todaro quest’ultima anche in veste di rappresentante legale. Il processo prenderà il via il 21 gennaio. Il pubblico ministero ha formulato tre ipotesi di reato: l’abuso d’ufficio che riguardava i 12 imputati in concorso. L’invasione di terreni riguardava i quattro della famiglia Todaro. Ultimo capo d’accusa, il reato di falso contestato ai Todaro e a Gugliotta. Il rinvio a giudizio si riferisce solo alle prime due ipotesi di reato. Per il falso il giudice ha prosciolto Gugliotta e i Todaro con la formula perché “il fatto non sussiste” .

Leave a Response