Immersa nei fondali di Capo Taormina la statua della Madonna della Rocca per proteggere la gente dai pericoli del mare

TAORMINA – Una profonda emozione ha attraversato il cuore dei taorminesi quando hanno preso il via le operazioni di immersione della statua della Madonna della Rocca. La scultura è stata inabissata nei fondali del mar ionio, a Capo Taormina, per proteggere la gente di mare. Un avvenimento storico per la Città del Centauro, svoltosi in concomitanza dei festeggiamenti della Madonna della Rocca, e che è stato fortemente voluto da Antonio Faraci, presidente del Taormina Fishing club. Non è stata di certo casuale l’area del fondale sulla quale è stata collocata la statua: nelle acque di capo Taormina, troppe volte teatro di tragici incidenti. La scultura, realizzata dall’artista Giulio Pluchino, è stata prima benedetta per poi essere inabissata a 13 metri di profondità. Nonostante qualche problema logistico a causa del quale le operazioni sono slittate di 24 ore, adesso la statua è stata collocata nelle acque dello ionio. Tanti i cittadini presenti. Profondamente soddisfatto il presidente Antonio Faraci: “Tutti coloro che hanno partecipato a questo evento storico potranno raccontarlo ai figli e ai nipoti. La realizzazione di questo mio progetto – ha aggiunto – è il frutto di anni di lavoro e sacrifici”

Leave a Response