Forza D’Agrò. Don Luciano Zampetti denunciato per furto di energia elettrica

FORZA D’AGRO’- I festeggiamenti in onore del SS Crocifisso si sono conclusi con una denuncia per furto di energia elettrica ai danni del al parroco don Luciano Zampetti. Secondo gli accertamenti dei carabinieri le luminarie sarebbero state allacciate, senza la dovuta autorizzazione, alla rete elettrica del Comune. Una denuncia anonima ha messo i carabinieri sulle tracce del parroco e del proprietario della ditta che si è occupata di posizionare le luminarie, Andrea Manera di Castellumberto. Ieri il comandate dei carabinieri della locale stazione ha sentito anche il sindaco di Forza D’Agrò, Fabio Di Cara, il quale ha confermato che in Comune non è pervenuta nessuna richiesta di allaccio all’impianto di illuminazione pubblica. Ed è subito scontro, l’ennesimo, tra il parroco e il primo cittadino. L’ultimo atto di un’ostilità iniziata poco prima delle passate amministrative quando il parroco don Luciano Zampetti si schierò apertamente con la lista “Rinnovamento nella Competenza” capitanata da Giulietta Verzino, che poi perse le elezioni. Un clima da campagna elettorale che a suon di accuse e insinuazioni è proseguito anche dopo la riconferma sulla poltrona di sindaco di Fabio Di Cara. Dopo l’ultima polemica nata dopo l’annullamento della processione per la SS. Trinità giunta anche sulla scrivania dell’arcivescovo di Messina, mons. Calogero La Piana, che ha cercato di ricomporre la questione, adesso al giovane parroco del centro collinare è arrivata una denuncia per furto di energia elettrica per allaccio abusivo all’impianto di illuminazione pubblica. Si prevede, quindi, che il conflitto che vede contrapporsi a Forza D’Agrò don Luciano Zampetti e l’amministrazione Di Cara non sarà di facile risoluzione.

Leave a Response