Fiumedinisi. Pensionato di 54 anni arrestato per danneggiamento, incendio e minaccia aggravata.

FIUMEDINISI – Un pensionato di 54 anni Catino Freni (nella foto), residente a Nizza di Sicilia in via Villafranca, ma domiciliato a Fiumedinisi in via Armo è stato arrestato con l’accusa di danneggiamento, incendio e minaccia aggravata nei confronti del fratello Giuseppe, 63 anni. L’arresto è stato eseguito dal comandante della stazione Carabinieri di Fiumedinisi , Valerio Faranda, in collaborazione con i carabinieri della Compagnia Messina sud intervenuti al comando del capitano Paolo Leoncini che si è avvalso dell’ausilio del nucleo operativo. Stando a quanto accertato dai militari Freni ha dato fuoco ad auto, un’Alfa Romeo ”156”, e avrebbe poi sfondato il parabrezza di un furgoncino Piaggio ”Porter”,  entrambi di proprietà del fratello. I mezzi si trovavano parcheggiati sul centrale corso Bottari, a Fiumedinisi. Inoltre pare che Catino Freni, armato di pistola, si sarebbe poi diretto sotto casa del fratello minacciandolo di morte. Il 54enne è poi fuggito. I carabinieri lo hanno successivamente rintracciato a casa degli anziani genitori, in contrada Butali, fuori dal centro abitato di Fiumedinisi. I militari però non hanno rinvenuto l’arma con la quale il pensionato avrebbe minacciato il fratello. Alla base dell’episodio pare ci siano degli screzi familiari, sulla cui natura stanno indagando i carabinieri. Catino Freni ad aprile dello scorso anno era rimasto vedovo. Aveva perso la moglie, Emilia Elisa Rasconà, rimasta vittima in un incidente stradale sulla provinciale per Fiumedinisi, in territorio di Nizza Sicilia.

 

Leave a Response