Scaletta. Gli obiettivi del sindaco: attenzione verso il territorio, lotta all’evasione fiscale e riorganizzazione degli uffici

SCALETTA ZANCELA – Lotta all’evasione dei tributi, riorganizzazione degli uffici e dei servizi, a partire da due settori fondamentali per una comunità: rifiuti e depurazione dei liquami. E massima attenzione verso il territorio, messo a dura prova dall’alluvione del 2009, che tra Scaletta e Giampilieri è costata la vita a 37 persone. Su questi ed altri temi caldi il sindaco, Gianfranco Moschella, ha puntato l’attenzione relazionando in consiglio comunale sull’ attività amministrativa svolta nell’ultimo anno. Un bilancio sull’avvio del “nuovo corso” segnato dalla sua elezione, plebiscitaria, alla carica di primo cittadino: «Abbiamo trascorso i primi dodici mesi – ha esordito Moschella – a rattoppare continuamente le falle di un sistema allo sbando, senza per questo sottrarre energie alla programmazione. Ci siamo imposti, talvolta con scelte impopolari ma responsabili, di risanare la deficitaria situazione economica dell’ente, sopprimendo prerogative e privilegi, improntando una gestione attenta alle esigenze della cittadinanza e del territorio, rispettosa delle leggi e delle risorse pubbliche, quindi delle tasche dei cittadini».
Davanti al Consiglio, il sindaco ha tenuto a sottolineare che «gli amministratori attuali hanno rinunciato alle indennità di carica per destinarle, attraverso l’istituzione di un fondo di solidarietà, ad attività socialmente rilevanti, diversamente irrealizzabili per carenza di fondi». Contestualmente, è stata avviata «una lotta serrata all’evasione dei tributi comunali, che ha fatto emergere dati davvero preoccupanti. Tale attività – precisa il sindaco di Scaletta – ha portato allo scoperto chi ha eluso o evaso i tributi negli ultimi dieci anni e, credetemi, non sono pochi». La riorganizzazione degli uffici ha portato ad un «notevole risparmio di spesa attraverso il taglio di alcune indennità. Allo stesso tempo, si è pensato al potenziamento, attraverso l’adozione del regolamento per i controlli interni ed una verifica puntuale sull’operato dei dipendenti».
«Massima attenzione – prosegue il primo cittadino – è stata riservata ai servizi scolastici a quelli di raccolta dei rifiuti ed alla fognatura, con interventi di manutenzione anche straordinaria alle pompe sommerse spesso riparate o sostituite. Avremmo sicuramente potuto fare di meglio e di più – conclude Moschella – ma, credetemi, non ci siamo mai risparmiati, per adempiere diligentemente agli obiettivi strategici del programma elettorale

(nella foto, il Municipio di Scaletta)

Leave a Response