Fiumedinisi. Metanizzazione nella riviera jonica, domani incontro al municipio con la FinConsorzio

FIUMEDINISI – Martedì prossimo il sindaco, Alessandro Rasconà, incontrerà a Fiumedinisi i rappresentanti di FinConsorzio, la ditta romana che eseguirà i lavori per la metanizzazione dei 15 Comuni tra Scaletta Zanclea e S. Alessio Siculo. Nel corso del colloquio si parlerà in particolaare dell’apertura dei primi cantieri che, stando al cronoprogramma, saranno attivati entro il 15 di questo mese. E’ stata già individuata a Roccalumera. intanto, la prima area di stoccaggio dei materiali. Altra notizia interessante quella che il FinConsorzio ha definito gli ultimi dettagli con Anas, Ferrovie e Provincia, relativamente ai permessi per l’attraversamento della condotta sulle aree di pertinenza dei tre Enti. Dunque, non ci dovrebbero più essere impedimenti per dare il via ai tanti attesi e più volte annunciati lavori della mega opera del costo di 110 milioni di euro. Il sindaco Rasconà, il cui Comune è capofila della rete metanifera del bacino ”Sicilia Ionico-Peloritano”, a differenza di precedenti occasioni, stavolta non ha nessun dubbio: ”Ritengo di poter confermare la data ultima del 15 settembre anche se gli interventi potrebbero slittare di qualche giorno. Non oltre. Questa è la volta buona, insomma”. L’incontro previsto tra il sindaco e FinConsorzio è solo ”occasione per fare il punto della situazione”, spiega Rasconà… IL SERVIZIO NEL TG90 DELL’8 SETTEMBRE 

Leave a Response