Taormina. Caso Asm, Tajana presenta il conto al Comune

TAORMINA- Era suonata come una provocazione la richiesta di dimissioni dell’Amministrazione Giardina da parte del reintegrato liquidatore Asm Cesare Tajana  che adesso è pronto a presentare il conto. Il legale rappresentante di Tajana, Pippo Perdichizzi, è al lavoro per la richiesta di risarcimento danni per la vicenda che ha visto la doppia revoca dal parte del Consiglio comunale del commissario liquidatore, una prima volta reintegrato dal Cga e una seconda volta dal Tar mediante una sospensiva presidenziale. Se per la prima revoca si parlava di un risarcimento danni da oltre un milione e mezzo di euro adesso dopo l’arrivo l’8 agosto scorso della sospensiva del Tar  la somma non può che lievitare visto anche il danno di immagine subito dall’Asm stessa. La cifra potrebbe attestarsi attorno ai quattro milioni di euro. L’ennesima stangata per le già dissanguate casse comunali. Ovviamente si tratta di cifre ipotizzate e che poi dovranno essere indicate dai giudici. E potrebbe essere proprio il Tar a quantificare gli eventuali danni. L’ennesima stangata per le già dissanguate casse comunali. Intanto il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, ha fissato il termine ultimo di due mesi per decidere se proseguire il percorso di liquidazione. L’Asm continua, quindi, a far discutere e lo farà anche nel prossimo Consiglio Comunale, in programma per giovedì 28 agosto, dove al quinto punto dell’odg si trova proprio la questione relativa alla municipalizzata.

Leave a Response