Taormina. Il Comune dichiara guerra agli evasori. Firmato il Protocollo di intesa con Regione, Anci Sicilia e Agenzia delle Entrate

TAORMINA-  Ed è lotta all’evasione fiscale anche a Taormina. Dopo Santa Teresa di Riva anche Palazzo dei Giurati ha deciso di dichiarare guerra agli evasori. Su proposta dell’assessore alle Finanze, Antonio Lo Monaco, la Giunta ha aderito al protocollo d’intesa tra assessorato regionale dell’Economia, Anci Sicilia e Agenzia delle Entrate. “Un provvedimento strutturale – ha spiegato Lo Monaco – che rappresenta un punto di partenza per riacquistare fiducia e credibilità verso tutti i cittadini onesti che lavorano in silenzio, pagano le tasse e aspettano fiduciosi una giustizia di equità fiscale che è un obiettivo da raggiungere da parte dell’amministrazione comunale”. Sono ben 30 milioni di euro i crediti che, stando al bilancio consuntivo del 2013, il Comune vanta nei confronti di  numerosi utenti. “Da molti anni questo fenomeno è cresciuto senza freno- spiega Lo Monaco- sembrerebbe che a Taormina nessuno paga le tasse, ma non é così. Bisogna sottolineare che poco o quasi nulla è stato fatto dall’amministrazione  per riscuotere questa massa di denaro, un grande danno economico, tenendo presente la prescrizione dei crediti previsti dalla legge”. Una nuova battaglia che il Comune ha deciso intraprendere per cercare di recuperare tutto quello che prevede la legge nei confronti dei soggetti che da anni non pagano le tasse. E secondo Lo Monaco sono tanti a Taormina i “fantasmi” del fisco. “Questo – conclude l’assessore- é il primo passo ufficiale dell’Amministrazione per combattere gli evasori totali che popolano Taormina, recuperare quelle entrate totalmente assenti da anni e dare ossigeno alle casse comunali per potere programmare ed investire per gli interessi generali della città”.

Leave a Response