S. Teresa Riva. Gas metano in 15 Comuni, cantieri aperti il 25 agosto

SANTA TERESA DI RIVA –  Un brindisi ha suggellato la conferenza stampa convocata la vigilia di Ferragosto per ufficializzare il cronoprogramma dei lavori per la metanizzazione in 15 Comuni del versante jonico messinese tra Scaletta e S. Alessio. «E’ un momento storico per il comprensorio – ha esordito il sindaco di S. Teresa, che ha ospitato l’incontro nell’aula consiliare di “Villa Ragno” – che ho voluto festeggiare stappando un paio di bottiglie che custodivo in cantina. Sembrava un sogno irrealizzabile – ha aggiunto e invece eccoci qua con amministratori e tecnici, che non andranno in ferie per mettere a punto ogni dettaglio del programma». De Luca ha ripercorso le tappe cruciali di un iter che ha preso il via nel 2009, ricordando «criticità e scontri affrontati per raggiungere il risultato». Si parla di un’opera da 130 milioni di euro (da realizzare con 55 milioni di finanziamento pubblico e oltre 70 milioni privati). I cantieri saranno aperti lunedì 25 agosto. Si parte dai paesi rivieraschi. E, più in generale, dai 12 finanziati: Alì Terme, Nizza, Itala, Sant’Alessio, Furci, Fiumedinisi, Pagliara, Roccalumera, Casalvecchio, Savoca, S. Teresa di Riva e Scaletta. «Ma anche gli altri tre centri, Alì, Mandanici e Antillo – taglia corto il direttore dei lavori dell’impresa, l’ing. Gaetano Parasiliti – potranno stare tranquilli, beneficeranno anche loro dell’infrastruttura. In quelli che hanno ricevuto il decreto di finanziamento, i tempi sono dettati dalla Regione. Per gli altri, invece, si procederà secondo quanto previsto contrattualmente in sede di gara, quindi ci saranno due anni di tempo a partire da oggi». Dalla prossima settimana sarà una corsa contro il tempo. L’intervento nei dodici centri finanziati dovrà essere ultimato entro il 30 giugno 2015. «Per quella data – spiega Parasiliti – l’opera dovrà essere collaudata per rendicontare quanto più possibile all’Unione europea i lavori realizzati». All’incontro sono intervenuti: il responsabile unico del procedimento, geom. Giuseppe Giardina; il legale della convenzione dei sindaci, Carmelo Moschella; i primi cittadini di Fumedinisi (Comune capofila), Alessandro Rasconà; Antillo, Davide Paratore; Scaletta, Gianfranco Moschella; Furci, Sebastiano Foti; S. Alessio, Rosanna Fichera; Casalvecchio, Marco Saetti e Pagliara, Mimmo Prestipino. Ed ancora: i vicesindaci di Roccalumera, Biagio Gugliotta e Nizza, Salvatore Bruno e l’assessore di Alì Terme, Maria Rita Muzio. Tutti hanno palesato grande soddisfazione.

Leave a Response