Autostrade, dipendenti in sciopero. 17, 18 e 19 sit-in di protesta davanti la sede di contrada Scoppo

MESSINA – Un agosto caldo anche sul fronte delle proteste per il Consorzio autostrade siciliane. Previsto nelle giornate del 17, 18 e 19 agosto uno sciopero generale e un sit-in di protesta sui posti di lavoro e nella sede legale del Cas di contrada Scoppo, a Messina,  del personale amministrativo e degli addetti all’esazione dei pedaggi in servizio nelle tratte autostradali A18 (Messina – Catania, Siracusa – Gela) e A20 (Messina – Palermo), con la sola esclusione del personale addetto alla sicurezza o al recupero veicoli. Nel dettaglio, gli amministrativi incroceranno le braccia per l’intero turno del 17, 18 e 19 agosto. Il personale addetto all’esazione sciopererà dalle 22 alle 6, dalle 6 alle 14 e dalle 14 alle 22 del 17, 18 e 19 agosto. I dipendenti del Cas, sostenuti dal Cub Trasporti, sono pronti a dare battaglia per i propri diritti. Come per i precedenti scioperi, del 23 e 30 luglio, all’origine della vertenza c’è ancora il mancato dialogo tra l’amministrazione e i dipendenti che lamentano condizioni di lavoro precarie e inadatte all’adempimento dei propri compiti. La Cub Trasporti rivendica anche il proprio ruolo di interlocutore nei confronti del Consorzio, diffidandolo dal “servirsi di sindacati di comodo o cosiddetti gialli e ricorda, tra i motivi oggetto della vertenza, oltre alla mancata applicazione del contratto nazionale Autostrade e Trafori e al mancato pagamento degli arretrati ad oggi non corrisposti al personale, “la sistematica elusione del confronto sindacale, dettata dalla scelta di questa amministrazione, e dalle precedenti, di non favorire alcun incontro sindacale o peggio di impedirlo”. Una agosto “bollente” per il Consorzio autostrade siciliane tra chi lamenta inadempienze nella manutenzione e nella cura dell’impianto autostradale e chi crea ulteriori disagi per migliorare la propria situazione lavorativa.

Leave a Response