Nizza Sicilia. Di Tommaso: ”Siamo riusciti a superare le difficoltà finanziarie”

NIZZA DI SICILIA  – Un anno di transizione. Così il sindaco, Giuseppe Di Tommaso (nella foto), ha riassunto il 2013 per la cittadina jonica, specificando che il suo Comune è riuscito a passare da un «periodo di forti difficoltà finanziarie» ad una «condizione meno compromessa, quasi normale, come si può evidenziare dai dati emersi nel bilancio consuntivo». Nella sua relazione annuale, il primo cittadino ha ribadito che Nizza non è più un «ente strutturalmente deficitario», situazione che aveva caratterizzato gli ultimi due anni di gestione economico-finanziaria. Di Tommaso ha, quindi, snocciolato i risultati raggiunti in questo settore: i riconoscimenti della legittimità di alcuni debiti fuori bilancio, le definizioni transattive di controversie, le eliminazioni di consistenti residui attivi e passivi, il graduale rientro delle anticipazioni di tesoreria.
Sul fronte delle problematiche risolte, il sindaco ha evidenziato l’eliminazione dei cattivi odori provenienti dal depuratore e il miglioramento del servizio Ato. «Questi aspetti – ha dichiarato – sono stati risolti e, pertanto, quest’estate non dovremmo patire le stesse condizioni negative dell’anno scorso, comprese le interrogazioni e gli articoli sui giornali». Il sindaco ha, poi, elencato tutte le iniziative intraprese nel corso del 2013, ponendo, infine, l’accento sul gran numero di progetti approvati e finanziati, «la cui realizzazione – ha detto – migliorerà ancora il volto del nostro paese, dalla collina al mare, rendendolo sempre più gradevole e ospitale». Progetti per un totale complessivo di oltre quattro milioni di euro finanziati. Di tutt’altro tenore la replica del gruppo di minoranza “Cambia Nizza”. «Vorremmo capire perché e in che misura l’ente era in condizione deficitaria – ha dichiarato il capogruppo, Carmelo Campailla – quali erano e come sono stati eliminati i residui attivi e passivi». Campailla ha, poi, evidenziato che i servizi sono stati garantiti, in particolare quelli scolastici, «anche se si è registrato un aumento della retta a cui non ha fatto seguito un miglioramento delle prestazioni».
Il consigliere Antonietta Cintorrino ha, invece, sottolineato i problemi relativi alle cattive condizioni in cui versano la spiaggia e il lungomare, mentre Francesco D’Amico ha bollato come «stringato compitino» la relazione annuale del sindaco.

Leave a Response