Giardini. No al traffico limitato sul lungomare, il consigliere di maggioranza Bonaventura chiede le dimissioni dell’assessore D’Arrigo

GIARDINI NAXOS – Levata di scudi del consigliere di maggioranza Antonio Bonaventura che ha chiesto le dimissioni dell’assessore al ramo Francesco D’Arrigo e la revoca delle due ordinanze sindacali relative all’istituzione della zona a traffico limitato sul lungomare. La chiusura del lungomare, che già dal momento della sua attuazione ha scatenato dure proteste da parte dell’associazione commercianti, torna dunque d’attualità, soprattutto dopo la sottoscrizione del nuovo provvedimento del primo cittadino, Nello Lo Turco, entrato in vigore lo scorso 1. agosto, che ha fissato l’interdizione al traffico veicolare anche nel tratto iniziale della via Schisò. Una decisione che aveva sollevato le proteste di una delegazione di commercianti non solo perché limita il transito dei mezzi nella zona ma anche perché l’elevato flusso veicolare, concentrato tra le vie Vulcano e Stromboli, ostacola di molto la circolazione viaria. A ciò, adesso, si aggiunge la nota del consigliere Bonaventura che, articolando le sue rimostranze in nove punti, chiede la revisione del piano viario con nuove regole a cominciare dall’orario di chiusura dalle 20 alle 24 e riducendo l’estensione della sua lunghezza limitandola dall’intersezione di via Erice alla via Dalmazia, consentendo così il raggiungimento della zona porto, attualmente penalizzata – sostiene Bononaventura – e con le attività economiche ormai in ginocchio e consentendo una più ragionevole soluzione. L’interrogazione di Bonaventura, entrato in Consiglio alcuni mesi fa, in sostituzione del decaduto Salvatore Sterrantino, conferma la sua posizione di forte critica nei confronti dell’Amministrazione Lo Turco, nelle cui fila è stato eletto. (Francesca Gullotta)

Leave a Response