Roccalumera. Lavori bloccati per l’elisuperficie, occorrono altri 160 mila euro

ROCCALUMERA – «L’iter per la realizzazione dell’elisuperficie non si è arenato. L’opera già avviata in contrada Carrubbara, un’area a monte del cimitero, sarà completata attraverso l’accensione di un mutuo con la Cassa depositi e prestiti». Lo ha annunciato il sindaco, Gaetano Argiroffi. Si tratta di circa 160mila euro, necessari, tra l’altro, per lo spostamento e l’interramento dei fili dell’alta tensione. Il progetto era stato ammesso dal Dipartimento di Protezione civile per 400mila euro. L’importo complessivo ammonta però a 492mila euro. Alla maggiore spesa, 92mila euro di cofinanziamento, doveva fronte l’ente locale. L’ex sindaco, Gianni Miasi, aveva annunciato che l’infrastruttura sarebbe stata fruibile sin dalla primavera del 2012. I tempi si sono però allungati. I lavori si sono fermati dopo l’intervento di riempimento con terra rinforzata. Una soluzione, questa, finalizzata a rendere ecologicamente compatibile l’impatto dell’opera, che ha consentito di eliminare la costruzione di un muro in cemento armato, come precedentemente previsto. Una scelta prettamente ambientale, che non ha alterato i costi complessivi dei lavori.
«L’accensione del mutuo per 160mila euro – ha spiegato il sindaco Argiroffi – servirà non solo a completare i lavori di cementificazione e recinzione della pista d’atterraggio, ma anche ad illuminare a giorno tutta l’area, mediante un sofisticato impianto elettrico, ricavato con la traccia e l’interramento dei i cavi dell’Enel. Quest’ultimo intervento verrà a costare circa 42mila euro»

(Nella foto, il Municipio di Roccalumera)

Leave a Response